32.1 C
Milano
lunedì, Luglio 15, 2024
HomeSportEuropaEuropei 2024, Italia-Albania 2-1: cosa vorremmo vedere ora dagli Azzurri

Europei 2024, Italia-Albania 2-1: cosa vorremmo vedere ora dagli Azzurri

Il debutto della Nazionale finisce con una vittoria ma forse anche con troppa fatica, soprattutto pensando alle “passeggiate” di armate come Germania e Spagna

L’esordio dell’Italia di Luciano Spalletti agli Europei di calcio 2024 arriva dopo le “spaventose” vittorie di due giganti come la Germania padrona di casa e la Spagna, che hanno fatto sentire piccole la Scozia e la Croazia rifilando 5 gol all’una e 3 all’altra. La Nazionale azzurra, giovane e “futuribile”, in generale non ha un compito facile davanti a sé.

La partita

Nel corso del primo tempo l’Italia riesce a riacciuffare il match, cominciato male con la rete di Bajrami per l’Albania al primo minuto. Ma con Bastoni prima e Barella poi, si riparte dal 2-1 e la sfida torna nel solco giusto. I primi 45 minuti, più tre di recupero, si chiudono con il gioco sostanzialmente addormentato.

Alla ripresa delle ostilità, le due squadre si confrontano con gli Azzurri che sembrano lievemente più intraprendenti, ma non in maniera così netta. Certo, Frattesi e Chiesa provano a infastidire, quantomeno, la retroguardia avversaria.

Per il resto si assiste prevalentemente a un mantenimento dello status quo. Le divise tricolori cercano di mantenere il controllo e la gestione, le maglie rosse non danno l’impressione di poter incidere. Al triplice fischio infine si avverte un pizzico di stanchezza e sofferenza.

Pensieri a caldo

Il debutto italiano a Euro 2024 appare tutto sommato positivo, soprattutto sul piano della voglia di fare, delle intenzioni, della volontà espresse sul campo. Se l’atteggiamento è giusto, dunque, manca ancora qualcosa.

Sulla scia delle poderose affermazioni delle corazzate tedesca e spagnola, è arduo pensare che una buona interpretazione della partita possa bastare per ottenere risultati in una competizione europea così agguerrita.

Nelle prossime occasioni dovrà per forza venir fuori maggiormente il carattere “spallettiano”. Bisognerà vedere gioco, idee, imprevedibilità. Anche perché le prossime due partite, con le altre concorrenti del gruppo, sono già considerabili finali.

La Spagna fa sempre paura e la Croazia potrebbe essere incattivita, dopo un inizio di torneo poco felice.

Vorremmo vedere una difesa più sicura. Vorremmo vedere Jorginho prendere in mano, davvero e finalmente, il centrocampo. Vorremmo vedere l’estro di Pellegrini esplodere. Vorremmo vedere la velocità e la potenza di Federico Chiesa a mille sulla fascia. Vorremmo vedere il gioco di mister Spalletti.

Articoli Correlati

POPOLARI