14.9 C
Milano
giovedì, Giugno 13, 2024
HomeFoodCibiBarilla e Marie Kondo danno nuova vita alle scatole blu di pasta

Barilla e Marie Kondo danno nuova vita alle scatole blu di pasta

Il riutilizzo creativo de “I Classici Barilla”, insieme all’autrice bestseller, promette di essere un gesto d’amore per il pianeta

Barilla e Marie Kondo, esperta di riordino e autrice di bestseller di fama mondiale, si propongono di ispirare uno stile di vita sostenibile con il riutilizzo creativo e innovativo delle scatole blu di pasta de “I Classici Barilla”. E’ un modo semplice per tutti per un impatto positivo sull’ambiente, un piccolo ma significativo segno di amore per il pianeta.

Il tema dell’impatto ambientale

Recenti ricerche hanno evidenziato la significativa impronta ambientale associata ai trasporti, in particolare nel settore della moda. Il trasporto da solo contribuisce a oltre il 20% delle emissioni globali di CO₂. Si prevede che il settore della moda produrrà 6 milioni di tonnellate di CO₂ entro il 2030. E’ un tema a cui i consumatori sono sensibili e su cui emerge una preoccupazione che porta le persone ad adottare pratiche sostenibili e attente.

Anche sui social network, in particolare X, TikTok e YouTube si discute moltissimo dell’eccesso di materiali da imballaggio che accompagnano gli acquisti online. Non è un caso che il fiorente mercato dell’usato stia assistendo a un aumento della domanda di alternative che privilegino soluzioni di imballaggio ecologiche.

La collaborazione tra Barilla e l’icona del riordino

Per rispondere a queste esigenze, Barilla ha scelto di avviare una collaborazione con Marie Kondo per introdurre modi creativi di riutilizzare le scatole di pasta della Linea Classica Barilla, offrendo ai consumatori un’alternativa sostenibile per confezionare e spedire i loro prodotti. Marie Kondo mostrerà, attraverso una serie di tutorial, come ridurre gli sprechi, riutilizzando le confezioni blu che altrimenti finirebbero nel cestino. Darà, inoltre, suggerimenti per massimizzare lo spazio e inserire in modo efficiente i vari articoli nell’iconica scatola blu de “I Classici Barilla“.

“Ho visto il potere trasformativo del riordino nelle case di tutto il mondo e ora sono entusiasta di impiegare questo metodo per confezionare e spedire i prodotti. Piegare i vestiti per farli entrare nelle scatole blu vuote della pasta non è solo una soluzione pratica, ma una scelta consapevole verso un sistema circolare. Credo che sia meraviglioso gustare una pasta deliziosa e poi trovare il modo di usare la scatola con gioia!”

Marie Kondo

Come parte del suo impegno per un futuro più sostenibile, Barilla agisce attivamente per ridurre il suo impatto ambientale sul pianeta. Con oltre il 99% delle confezioni progettate per il riciclo, tra cui quelle per la pasta di semola, il pesto, i sughi e i prodotti da forno, Barilla promuove pratiche sostenibili in molti aspetti della sua attività. Inoltre, più del 99% della carta e del cartone utilizzati dall’azienda proviene da foreste gestite in modo responsabile. Per quanto riguarda la riduzione dei rifiuti, l’anno scorso l’88% dei rifiuti prodotti è stato destinato al riciclo e al recupero energetico. Inoltre l’80% dei volumi dei prodotti è sottoposto al Life Cycle Assessment, uno strumento di analisi dell’impatto ambientale che tiene conto di tutte le fasi di vita del prodotto.

“In Barilla siamo impegnati a promuovere la sostenibilità in tutte le nostre attività. La nostra collaborazione con Marie Kondo testimonia gli sforzi costanti e continuativi nell’affrontare le sfide ambientali come gesto d’amore per il pianeta. Il riutilizzo delle scatole di pasta è parte del nostro impegno più ampio per la promozione di pratiche ecocompatibili. Insieme a Marie Kondo, incoraggiamo i consumatori ad adottare pratiche attente all’’ambiente correlate al consumo della pasta, dando alle confezioni blu una seconda vita”.

Ilaria Lodigiani, Chief Category Marketing Officer di Barilla
Articoli Correlati

POPOLARI