14.9 C
Milano
giovedì, Giugno 13, 2024
HomeSportEuropaIl Real Madrid è campione d'Europa anche sul piano del valore dei...

Il Real Madrid è campione d’Europa anche sul piano del valore dei club

Il Real Madrid è la prima squadra di calcio a superare il valore d’impresa di 5 miliardi di euro: lo dice la classifica di Football Benchmark

Il Real Madrid vincitore della Champions League, dopo aver ceduto il primo posto per un solo anno, con 5.097 milioni di euro reclama il suo trono, diventando la prima squadra di calcio a superare un valore d’impresa di 5 miliardi di euro. I due club di Manchester City (4.933 milioni di euro), scalzato dalla vetta, e United (4.861 milioni di euro) – completano i tre gradini del podio.

Lo dice la classifica annuale di Football Benchmark delle 32 squadre di calcio più importanti d’Europa in base al loro Enterprise Value (EV). La nona edizione di “Football Clubs’ Valuation: The European Elite” rivela il consolidamento del potere del calcio come prodotto di intrattenimento di prim’ordine..

La top ten

Sorprendentemente, tutti i club all’interno della top 10 ora superano i 3 miliardi di euro, mostrando senza dubbio la robusta traiettoria di crescita del settore. Per sottolineare l’importanza di questo cambiamento, vale la pena notare che nel primo rapporto del 2016 nessun club aveva tagliato questo traguardo.

Mentre la composizione della top 10 rimane invariata, l’ordine dei club ha subito un certo rimescolamento. Oltre ai cambiamenti sul gradino più alto del podio, il Bayern München ha superato il Liverpool come quarto club di maggior valore.

Il Chelsea è sceso di due posizioni al nono posto, a vantaggio del Tottenham Hotspur, che ora è settimo, e i giganti francesi del Paris Saint-Germain sono rimasti stabili all’ottavo posto.

I “valori” in gioco

L’EV aggregato dei primi 32 club ha raggiunto i 59,1 miliardi di euro, segnando una crescita del 124% dalla prima edizione nel 2016 e un aumento del 14% rispetto all’anno precedente.

La crescita annuale è trainata da tre fattori chiave: l’aumento dei multipli dei ricavi osservati sul mercato, un sostanziale aumento dei ricavi operativi – trainato dalla crescita dei ricavi commerciali e delle partite post-Covid – e una migliore sostenibilità finanziaria su tutta la linea.

Nei multipli EV/ricavi operativi, una notevole disparità

I club “Trophy assets” hanno multipli significativamente più alti rispetto agli altri. Più specificamente, il Manchester United ha il multiplo più alto a 6,5x, mentre l’Olympique de Marseille ha il multiplo più basso a 1,9x.

Dal punto di vista patrimoniale, i primi 10 club hanno registrato la percentuale più bassa del peso della rosa su EV, al 25%. Ciò indica che, in media, circa il 75% dell’EV delle squadre di calcio d’élite è rappresentato dai loro asset immobiliari e marchi.

Rispetto ai risultati dell’edizione precedente, 24 club hanno migliorato il loro EV, mentre sei club hanno registrato un calo.

Come si comporta l’Italia

Per la terza edizione consecutiva il Milan (+35,5%) ha registrato la crescita più elevata rispetto all’anno precedente, seguito da vicino dall’Arsenal (+35,1%). D’altra parte, l’Atalanta (-18,9%) ha subito il calo maggiore, principalmente a causa dell’assenza dalle competizioni UEFA nella stagione 2022/23. Tuttavia, le aspettative future per i bergamaschi sono ottimistiche, considerando la vittoria della UEFA Europa League, il ritorno in UEFA Champions League e la solida performance finanziaria.

Le new entry

Sporting Clube de Portugal e Real Sociedad de Fútbol sono le due nuove arrivate nell’edizione 2024, entrambe al debutto nella serie di report, sostituendo Leicester City FC e Wolverhampton Wanderers FC, che sono uscite dalla top 32.

Nonostante la perdita di due squadre, la presenza della Premier League inglese rimane la più grande, con nove club, che rappresentano il 44% dell’EV aggregato.

Le due finaliste di UEFA Champions League, Real Madrid e Borussia Dortmund, si trovano rispettivamente al 1° e all’11° posto, con un delta di 2,7x tra loro.

Articoli Correlati

POPOLARI