21.6 C
Milano
martedì, Giugno 25, 2024
HomeCulturaMostreThe Wallà: visite collettive ai murales, per la rigenerazione urbana. Le foto

The Wallà: visite collettive ai murales, per la rigenerazione urbana. Le foto

Si chiamano The Wallà e sono momenti in cui vengono aggregati gruppi di turisti o amanti dell’arte per visite collettive lungo la mappa dei murales nel Trevigiano, con spiegazioni sulle dinamiche di rigenerazione urbana

The Wallà è un progetto di rigenerazione urbana partecipata partito a maggio 2021 a Riese Pio X, nel Trevigiano. L’idea è quella di trasformare i muri di edifici pubblici e privati in “tele” per un museo permanente a cielo aperto, composto da opere di street art. Ad oggi sono state realizzate 17 opere in totale: 13 su pareti private (case, capannoni) e 4 su superfici pubbliche (scuola elementare, campo da basket e pallavolo) e l’iniziativa è in continua espansione.

Tra gli altri, hanno partecipato al progetto artisti di fama internazionale come Ericailcane, Kraser, Zed1, Zentequerente, Tony Gallo, Vera Bugatti, Alessandra Carloni, Bastardilla, Agostino Iacurci e StenLex. L’iniziativa è stata anche oggetto di studio del corso di laurea e del Master di II livello in Design di Prodotto presso la Raffles Milano Istituto Moda e Design, con l’intento di sviluppare progetti per le aziende locali e il paesaggio urbano.

E’ iniziata la quarta stagione e l’inaugurazione avviene con due progetti collegati ai tour di The Wallà, ossia i momenti nei quali vengono aggregati gruppi di turisti o amanti dell’arte per visite collettive lungo la mappa dei murales, con spiegazioni sulle dinamiche di rigenerazione urbana e sulle scelte degli artisti.

Siamo orgogliosi di ripartire con questa quarta stagione, quello che era decollato come una sorta di esperimento culturale e artistico inizia ora dare i suoi risultati. Sempre più persone passano per Vallà solo per vedere i murales e il patrimonio immobiliare sta acquisendo valore. Superata la prima fase di curiosità, adesso sono decine i residenti che ci chiedono di usare la loro casa o il loro capannone come tela. Non solo: molte istituzioni collegate al mondo dell’arte ci stanno contattando, siamo sicuri che The Wallà avrà un gran futuro davanti.

Mauro Berti, presidente dall’associazione “Bocaverta”

La storia di The Wallà

The Wallà è un progetto di rigenerazione urbana partecipata partito a maggio 2021 su iniziativa dell’associazione Collettivo BocaVerta, in collaborazione con il Comune di Riese Pio X e con il patrocinio della Regione Veneto e della Provincia di Treviso. Il nome unisce in un gioco di parole il termine inglese wall (muro) e il paese in cui ha luogo l’iniziativa, Vallà (frazione di Riese Pio X, nel Trevigiano).

Attraverso il linguaggio della street-art si vuole migliorare aree di degrado urbano e creare opportunità culturali ed economiche per il territorio, valorizzando gli immobili oggetto degli interventi degli artisti. The Wallà si propone di trasformare i muri di edifici pubblici e privati in tele per un museo permanente a cielo aperto.

Ad oggi sono state realizzate 17 opere in totale: 13 su pareti private (case, capannoni) e 4 su superfici pubbliche (scuola elementare, campo da basket e da pallavolo) e l’iniziativa è in continua espansione. Ogni opera in media supera i 60 metri quadri, si stima che ad oggi siano stati riqualificati oltre mille metri quadri di pareti.

Articoli Correlati

POPOLARI